Home » Fiorentina » Fiorentina-Chievo 6-1: io l’ho vista così (Sinfonia viola, stona solo la Fiesole)

Fiorentina-Chievo 6-1: io l’ho vista così (Sinfonia viola, stona solo la Fiesole)

L’esultanza finale della squadra (foto Galassi)

La Fiorentina, che nel precampionato non aveva segnato neanche un gol (a parte nelle partite stile scapoli e ammogliati), si sbottona col Chievo inaugurando la stagione con una goleada. Ai viola manca un vero costruttore di gioco a centrocampo, ma l’abnegazione e la grinta di tutta la squadra consentono un rapido recupero palla, che toglie spazio e fiato agli avversari. I nuovi se la cavano bene. Fra i pali finalmente c’è un portiere che non disdegna le uscite in mischia. I vecchi sembrano più armonizzati dello scorso campionato. L’avversario non era il Real Madrid, ma solo una settimana fa aveva sfiorato il colpaccio contro Ronaldo e soci.

Nello stadio risuona la sinfonia viola. A stonare è solo la Curva Fiesole che insiste nell’ormai stucchevole coretto “Della Valle vattene oeo”. Ma stavolta il resto delle stadio reagisce in maniera decisa e, intorno al 15esimo del secondo tempo, al Franchi va in scena un velenoso derby fratricida fra tifosi viola. Gli ultras prima vengono sommersi da un nubifragio di fischi, poi dileggiati con il controcoro “Scemi, scemi”. Eppure fra i contestatori dei contestatori c’erano sicuramente anche tifosi per niente soddisfatti della gestione Della Valle, ma ancor più infastiditi dall’ottusità di chi pensa di poter incidere sulle scelte della proprietà distogliendo l’attenzione dalle imprese della squadra in campo.

Brutta situazione. Mai a Firenze i tifosi della Fiorentina si erano divisi in modo così netto. La “fede viola” era sempre stata unica e inattaccabile. Oggi non è più così. Se fossi nei gruppi organizzati della Fiesole, che hanno raccolto tanta impopolarità, qualche domanda me la farei. Lo stesso vale per i Della Valle.

Lafont 6,5 – Vola di pugno come un missile terra-aria su un paio di palloni che piovono in area. Finalmente un portiere senza i piedi murati sulla liena di porta.

Milenkovic 7,5 – Sovrasta Giaccherini, il più talentuoso dei clivensi, cancellandolo dal campo. Apre la goleada con un tiro spettacolare dalla lunga distanza.

Hugo 6,5 – Qualche imprecisione negli appoggi, ma sicuro nelle chiusure.

Pezzella 6,5 – Attento e concentrato chiude e rilancia con precisione. Si fa anticipare dall’ex viola Tomovic che segna il gol della bandiera (e si prende meritati applausi dal suo ex pubblico).

Biraghi 6 – Dalla sua parte arrivano gli unici pericoli dal Chievo. Limita spinta e cross alla fase finale della partita.

Benassi 8 – Oltre la doppietta c’è di più. Copre le spalle a Chiesa, offre l’appoggio ai compagni, costruisce e si inserisce.

Edmilson 6,5 – In campo a sorpresa, dimostra di saper giostrare nel ruolo di playmaker, anche se ogni tanto si addormenta.

Gerson 7 – Gol all’esordio e assit per Chiesa. Evidentemente il Franchi, dove aveva segnato proprio contro i viola gli unici due gol della scorsa stagione, gli porta bene.

Chiesa 6,5 – Il turbo è ancora in fase di rodaggio, ma la generosità gli permette di recitare comunque un ruolo da protagonista.

Simeone 7 – Alla fine riesce a segnare anche lui grazie ad un tocco smarcante di Eysseric. Recupera un pallone che tutto lo stadio aveva dato per perso trasformandolo in un assit per Benassi.

Eysseric 6,5 – Alterna colpi di classe a passaggi così scontati che gli avversari li intercettano senza faticare. Non è un acceleratore di gioco, ma ha sale in zucca.

Dabo 7 – Entra e mette a ferro e fuoco il centrocampo avversario con pressing e corsa.

Norgaadr 6 – Si piazza diligentemente davanti alla difesa.

Pjaca sv – Un quarto d’ora che non lascia traccia, ma l’importante è che sia entrato in campo.

Allenatore: Pioli 7 – Dimostra di aver saputo mantenere la giusta tensione nella squadra costretta per due volte a spengere il motore già acceso per la partenza (prima per l’ipotesi Europa League svanita, poi per la prima di campionato rinviata).

Arbitro Abisso & C. 6 – Qualche valutazione bizzarra all’inizio della gara che poi conduce senza problemi.

1 Commento

  1. La contestazione – ieri! – ai Della Valle è da neuro: gente da mandare in cura dagli psichiatri. Non credo ci sia altro da aggiungere. Buona la prima! Aspettiamo – doverosamente – conferme individuali e collettive. Buon campionato Violaamoreefantasia!