Home » Fiorentina » Il mercato alla rovescia

Il mercato alla rovescia

mauro-zarateI rinforzi dovevano arrivare all’apertura del mercato: il primo acquisto è stato ufficializzato solo oggi. Il reparto d’attacco sembrava a posto: invece è stato semi rivoluzionato. Via Rossi e Rebic, dentro Zarate e Tello. Sembrava che l’esigenza fosse di avere giocatori pronti all’uso, né ex infortunati, né scommesse. Ecco Tino Costa, con una fedina sanitaria densa di precedenti;  Zarate, giocatore capace di far scattare l’amore a prima vista e l’odio alla partita successiva; Tello, che di campionato italiano non sa niente e nel Porto era messo in disparte. Soprattutto serviva un difensore, anche per ammissione dello stesso direttore sportivo Pradè: ma sul quel fronte, a parte la tiritera Lisandro Lopez, buio pesto. Squadra con un bilancio fin qui lusinghiero, bisognosa di qualche innesto per consolidarsi, che invece si prepara ad una mezza rivoluzione copernicana. Zarate-Tello, coppia fantasia, per un apporto di imprevedibilità, tanto utile quanto foriera di mutazione genetica nel modulo adottato finora da Sousa. Le certezze dei commentatori, dalla stampa ai tifosi, si sono rivelate effimere, spazzate via dall’accavallarsi degli eventi. E non è ancora finita. Il mercato alla rovescia. Per rovesciare quel latente ma diffuso senso di insoddisfazione che pervade la Firenze viola.

8 commenti

  1. state sempre a criticare … Ma per fortuna che ci sono i Della valle … Che almeno tre quarti posti , due semifinali di coppa , una finale di coppa , con il budget che ha la Fiorentina … Che è poco … Hanno già fatto tanto … Abbiamo messo dietro squadre che hanno speso tanti soldi più di noi … Vedremo alla fine … forza Viola !!! Sono curioso chi resterà fuori dalla champions che fine farà … Squadre come Roma o Inter o Napoli che hanno speso tanto …

  2. Domani sentenza per Salah. Nessuno dice niente? Mah
    Speriamo nella squalifica

  3. Sarebbero bastati un bravo portiere, un centrale destro di difesa e un buon centrocampista.

  4. Tra tutti quelli che sono arrivati mi sembra che Tello sia quello di cui avevamo veramente bisogno;ora serve un ottimo difensore e sopratutto Cigarini che qualche post addietro quando il suo nome non era stato ancora fatto io indicavo come ottimo contraltare a Badelj e Vecino essendo bravo in ambedue i ruoli;se l’atalantino verra’ acquistato piccola soddisfazione per il sottoscritto avendo visto prima degli addetti ai lavori.

  5. Scusa Francesco, posso farti una domanda?
    Come mai i giornalisti fiorentini hanno lasciato passare praticamente inosservata una clausola sul contratto di Tello piuttosto inquetante?
    In pratica, tutti esaltano il ruolo del nuovo dirigente portoghese, per l’accordo con il Barcellona, con il riscatto a 8 milioni e eventuale contro riscatto a 15/16 milioni, evitanto così un nuovo caso Salah… ma si tralascia di ricordare che una volta riscattato il giocatore, il Barcellona ha la possibilità, esercitanto il controriscatto entro 48 ore, di pagare non 15 milioni, ma solo una cifra simbolica, o quanto meno molto piu’ contenuta!!!! In pratica, se Tello farà una metà stagione alla Salah (personalmente ne dubito…), lo perderemo comunque, perchè i catalani potranno ricomprarlo a poco ed eventualmente rivenderlo subito..eppure nessuno ne parla, ma tutti esaltano l’accortezza dei dirigenti viola!! Possibile che solo a me questa sembra una clausola capestro che ci lascerà per l’ennesima volta con il rimpianto di aver visto passare di qui un ottimo giocatore e di esserlo fatto scappare?

    • Francesco Matteini

      Probabilmente perché la certezza al cento per cento che il contratto preveda quella clausola non c’è. Se fosse confermata avrei le tue stesse perplessità.

      • Fiorentina.it lo dava come certo questo accordo, e pure da un’altra parte lo avevo letto… ma naturalmente speriamo che i miei siano solo cattivi pensieri, alla Zoff, e che tutto finisca bene!!!