Home » Evidenza » Fiorentina-Udinese 2-1: io l’ho vista così (Tre punti, per tutto il resto c’è Mastercard)

Fiorentina-Udinese 2-1: io l’ho vista così (Tre punti, per tutto il resto c’è Mastercard)

Thereau esulta dopo il gol (Foto Galassi)

La vittoria era imprescindibile per non precipitare nel baratro della depressione e della paura. E i tre punti sono arrivati, per tutto il resto c’è Mastercard. Il successo è frutto di un primo tempo dipinto solo di viola e screziato da un pizzico di sfortuna (due pali). Ripresa più equilibrata, con la consueta incapacità di mantenere la porta inviolata. Evidente il calo fisico della Fiorentina che permette all’Udinese di rientrare in partita. Il finale di sofferenza non è una novità. Il ritocco di modulo, un misto tra un 4-3-3 e un 3-5-2 (poi 5-3-2), permette a Benassi di portare il suo contributo attivo alla manovra, anche se Chiesa si allontana di qualche metro dall’area avversaria. Comunque, soprattutto nel primo tempo, le azioni da gol finalmente fioccano, anche se manca ancora la capacità di trasformarle in gol in percentuale soddisfacente. Solo un caso? La riprova a Benevento.

Sportiello 6 – Due tiri in porta, uno lo para l’altro no. I rinvii, corti o lunghi che siano, lasciano spesso perplessi.

Laurini 6 – Si propone in avanti senza scoprire il suo settore.

Pezzella 7 – Anticipi imperiosi e attenzione meticolosa ai movimenti degli avversari. Sbianchetta Maxi Lopez.

Astori 5,5 – Elegante nelle uscite palla al piede. Salta a vuoto sul cross che finisce sui piedi di Samir per  il gol che rianima l’Udinese.

Biraghi 6,5 – Copre bene la fascia sfornando qualche traversone interessante.

Badelj 6 – Regista con molta buona volontà ma poche idee. Il ritmo non indiavolato lo facilita. Sul finale perde lucidità e un paio di palloni perciolosi.

Veretout 7,5 – Dominatore della fascia sinistra. Corre, recupera, imposta e tira in porta. La sua stoccata favorice l’errore di Bizzarri e il raddoppio viola.

Chiesa 5,5 – Si vede a sprazzi. Grinta e esplosività fino a quando gli regge il fiato. Più impreciso del solito.

Benassi 6 – Da posizione di mezzala è finalmente coinvolto nel gioco della squadra. Verticalizzazioni efficaci, tiri in porta sballati.

Thereau 8 – Svaria dietro Siemeone infilandosi negli ampi spazi lasciati non presidiati dai centrali dell’Udinese. Doppietta (più un palo) da ex col veleno addosso.

Simeone 5,5 – Si butta su tutti i palloni di testa e di piede, offre l’assit per il vantaggio siglato da Thereau. Sfortunato quando controlla e scarica una bordata che si spenge sul palo. Nell’azione del gol dell’Udinese, Samir è più reattivo di lui.

Hugo 6 – Sbroglia un paio di situazioni complicate durante l’assalto bianconero.

Sanchez 6 – Disinnesca le ultime velleità dell’Udinese.

Eysseric 6 – Ha due volte l’occasione per centrare la porta ma pecca di generosità.

Pioli 6 – La squadra ha reagito alla sconfitta di Chievo, però il secondo tempo non vale il primo. A un quarto d’ora dalla fine, come contro il Bologna, decide di raggomitolare la Fiorentina nella propria metà campo e… resistere, resistere, resistere.

Arbitro Irrati & C. 7 – Azzeccate tutte le decisioni più complicate. Sui fuorigioco dubbi, si affida al Var senza presunzione.

Commento Sky Gentile 6,5 – Racconto fluido e imparziale. Un po’ troppo innamorato delle statistiche che snocciola rasentando la noia. Minotti 6,5 – Accompagna senza esondare, anche se il suo apporto non è determinante.

6 commenti

  1. concordo quasi con tutto, anche se darei mezzo voto in più a badelj,trovo che abbia fatto un lavoro oscuro ma importante,ma siamo lì.
    la cosa però che mi diverte di più è che su un’altra pagella è stato scritto più o meno: “pezzella buona partita,macchiata dall’errore sul gol udinese. uguale per astori.” ….e 6 a tutti e due !!
    a volte mi sa che la gente/i giornalisti vedono cose diverse, e magari è giusto così!!

  2. Enrico Martelloni

    Sì, dai, una partita relativamete semplice, complicata da una sciocchezza. Gli arbitri non dovevano teleguidarla come capita quando vogliono, o glielo ordinano. Questa è l’Italia.

  3. Squadra molto mediocre, che ha giocato contro un’altra squadra più mediocre di lei

  4. Ottime e condivisibili pagelle. In particolare concordo che Thereau a parte, il migliore della Viola è stato – e non di poco – Veretout. Qui per far polemica potrei domandarmi come fa l’ottimo Guetta a dare 7,5 a Badelj definendolo il migliore in campo e non ricordo se 6 o 6,5 a Veretout: forse abbiam visto partite diverse. Mi fa piacere che almeno tu ed io s’è vista la solita. Aggiungo che al momento gli acquisti di francesi mi paiono i più azzeccati: Veretout, Thereau, Laurini e promette bene anche Eysseric. Non ricordo nei miei 60 anni di tifo viola che sia mai capitata un’infornata di ben quattro non italiani della stessa nazione…

  5. Belvaromana57

    Perfetto voto e giudizio per Badelj. Ha sbagliato un paio di palloni che hanno facilitato ripartenze da brivido