Home » Fiorentina » Il precampionato più triste che mi sia capitato di seguire…

Il precampionato più triste che mi sia capitato di seguire…

E’ il precampionato più triste che mi sia mai capitato di seguire. Niente che stimoli la naturale curiosità del tifoso all’inizio della stagione. Mi sono fatto il fegato grosso con gli addii di Gonzalo, Borja Valero, Bernardeschi (e altri ne seguiranno) in un crescendo di amarezza e sfiducia. La credibilità della società, innanzitutto, ma anche dei singoli giocatori, cala ogni giorno come il livello del lago di Bracciano in questa estate torrida e siccitosa.

L’amichevole con lo Sporting Lisbona non ha guarito il senso di nausea che mi attanaglia ogniqualvolta affronto i temi di casa viola. Anzi, è stata la chiosa ad una situazione, forse, irrecuperabile. Pioli punta moltissimo sui due esterni difensivi (per modo di dire) per far ripartire il gioco, e chi c’è in quel ruolo? Olivera e Gaspar, probabilmente i più traballanti di una formazione già di per sè tremebonda. Poi vedi Piccini scavallare sulla fascia destra e la testa mi si riempie di nomi (Salcedo, Diks, Romulo, Richards, Roncaglia, Gilberto) e mi chiedo: perché?

E il centrocampo, sala macchine di ogni squadra? In mano a Sanchez e Cristoforo, lo dico col massimo rispetto per due onesti professionisti, non può che infliggere costanti sofferenze calcistiche. Per non parlare delle “bocche da fuoco” là davanti. Neanche un tiro fra i pali. Anzi, uno, seppur flebile, c’è stato: è partito dal piede di Kalinic, destinato ad andarsene (e dopo le sue scellerate esternazioni non potrò neanche rimpiagerlo). Babacar? Un villeggiante di passaggio con le infradito ai piedi avrebbe mostrato più tigna.

Il “meteomercato” annuncia pioggia di top player (o quasi) sulla Fiorentina nei prossimi giorni. Nel frattempo gli abbonamenti sono in secca, la fiducia razionata e l’entusiasmo portato via dall’anticiclone di Casette d’Ete. E’ estate ma nel cuore dei tifosi viola c’è l’inverno.

7 commenti

  1. beato te che sei giovane,non conosci i mercati con uscita albertosi,bertini,brugnera arrivo di un signor nessuno pesaola,(anno precedente uscita hamrim) e….?SIETE RIDICOLI quando un giocatore costa come due megastadi chi si definisce giornalista dovrebbe fare un minimo di analisi e secondo me mettere il pc in acqua. ciao piccoli matteo

    • Francesco Matteini

      La presunzione di voler conoscere la mia età ti ha fatto scordare qualche dettaglio: al posto di Hamrin arrivò Amarildo, per Albertosi e Brugnera il nazionale Rizzo. Ricordo bene il dolore di quelle cessioni (vedi sono meno giovane di quanto tu creda) ma il risultato fu lo scudetto, programmato o meno poco importa. Tuttavia il clima di quegli anni non è minimamente paragonabile ad oggi (e non vale solo per il calcio). Chi lo fa non ha il senso della storia. Allora, chi è il ridicolo?

      • bravo FRANCESCO seguo sempre con interesse i tuoi articoli , mentre qualcuno da fiato alla tastiera senza nemmeno conoscere e questo da adito a cose inesatte , e sono stato bravo un saluto.

  2. che dire angelo?
    l’altro giorno ero a Bellariva, dove ormai nonostante una veneranda età vado ogni settimana a giocare a calcio, oddio giocare a calcio mi sembra un po troppo, diciamo a divertirmi
    nell’attesa dei miei compagni, un tavolo di arditi, discuteva della viola e uno di loro, un signore, piuttosto attempato esordiva:
    stai a vedere che quest’anno si fa come nel 69!
    io che sono ateo mi verrebbe da urlare che Dio vi abbia in gloria
    rimango estasiatamente meravigliato da cotanta fede, la sua, come la tua Angelo
    una fede che non merita contraddittorio, vi invidio
    e così sia!!

  3. E’ vero, mai tanta tristezza nemmeno nei momenti piu’ bui quando si doveva risalire la china…ma ancor più della tristezza e’ l’amarezza di assistere a questo sfregio che viene fatto alla Fiorentina,ai suoi tifosi e alla citta’…non potremo mai chiamarli gentiluomini e rimarranno nel ricordo dei piu’,avendo fatto anche cose buone come vandali venuti per razziare e non per costruire insieme…certo il calcio e’ cambiato,ma non cambia il metro di valutazione delle persone

  4. Piero Indrizzi

    Mi sembrano discussioni inutili. La verità è semplicissima: ai Della Valle interessano solo i soldi (leggi stadio) non arrivando il quale hanno distrutto la squadra comprando qualche Kan Bartù. Previsione facile: lotta per la B. E forse i fiorentini (ormai pochi) non si meritano di meglio!
    Saluti e baci Francesco!!!!!!