Home » Fiorentina » Mercato estenuante e Fiorentina più forte (ma col trucco)

Mercato estenuante e Fiorentina più forte (ma col trucco)

Un mercato estenuante, e non solo per l’inopportuna lunghezza. Credo che su questo si possa essere tutti d’accordo. Salah, Milinkovic savic, Joaquin sono state le parole chiave di un tormentone in tre puntate che, francamente, poteva esserci risparmiato. Più controverso il giudizio sulla campagna acquisti-cessioni della Fiorentina. Prima di tutto una domanda a bruciapelo: la squadra è più forte o più debole rispetto a quella di Montella? Secondo me è più forte, ma solo perché considero la presenza di Giuseppe Rossi. Al netto del suo contributo, la squadra è più debole avendo perso un centrale di ottimo livello come Savic in difesa (Astori non è all’altezza) e un’ala destra Cuadrado/Salah/Joaquin di grande imprevedibilità. Tuttavia ciò che sulla carta appare in un modo, alla prova pratica può essere completamente stravolto. I fattori che influiscono sul rendimento dei giocatori sono molteplici, a cominciare dall’abilità (e anche dalla fortuna) di chi li mette in campo.

Indubbiamente la Fiorentina ha fatto un mercato all’insegna del risparmio, soprattutto sugli ingaggi, il cui tetto è stato portato dall’attico al piano terra o poco più. Politica comprensibile ed anche condivisibile se si vogliono evitare crac economici. Però la “filosofia” tecnica è apparsa misteriosa. Il mancato ingaggio di Milinkovic Savic ha lasciato il centrocampo “orfano” di un elemento, almeno alle dichiarazioni del momento. Un altro centrocampista serviva o no? La fascia destra, ormai è storia vecchia, ancora una volta è stata riconsegnata a Tomovic, anche per assenza di alternative. Chissà come mai Piccini non faceva al caso nostro? In realtà ci sarebbe anche il terzino/ala Gilberto, corridore alla Beep Beep con scarse idee di cosa fare della palla, e ancora estraneo ai dettami tattici difensivi. Su Suarez niente da obiettare: ha un pedigree che non può essere cancellato da una brutta prova col Torino. Verdù, Baez e Blaszczykowski (dal cognome più complesso di un codice fiscale) sono tre tipi diversi di scommessa. Il primo avrà la capacità di rituffarsi nel calcio vero dopo un anno trascorso in quello di plastica degli Emirati? Il secondo per ora è solo un giovane di belle speranze. Il terzo porta nel proprio bagaglio i postumi di un grave infortunio: se li ha davvero superati può cambiare volto ad una asfittica fascia destra. C’è però anche una certezza: Kalinic è un centravanti vero e se Babacar riuscirà ad entrare in competizione con lui, vorrà dire che la Fiorentina sarà in grado di mettere paura a chiunque.

4 commenti

  1. …la presenza si Rossi in panchina? Dovrebbe fare la differenza ma riuscirà a non pensare ad un eventuale infortunio? Metterá la gamba o la tirerà indietro?ci auguriamo tutti che ritorni il Pepito si un tempo anche xké ci é rimasto solo lui a fare la differenza…x il resto il mercato é scadente , sono stati acquistati giocatori x convenienza oppure x opportunità niente di programmato…x questo dico forza viola solo la maglia via i ragionieri dalla Fiorentina

  2. Sostanzialmente d’accordo con la tua analisi sempre che Rossi stia bene ma Sousa non deve ripetere la partita di Torino dove mi ha deluso su tutta la linea come modulo,interpretazione della gara e scelta dei giocatori;confido molto in Sousa per quello che ci aveva fatto vedere in precampionato e col Milan dove c’era stato un netto cambio di gioco su quello che non sopportavo piu’ di Montella.Sono soddisfatto della conferma di Vecino,sarebbe stata una sciocchezza imperdonabile venderlo mentre per Gilberto mi sembrano soldi sprecati quando avevamo poi Matos che a Carpi al momento sta facendo benissimo e forse era proprio il momento di riportarlo a Firenze invece di darlo nuovamente in prestito;Astori non mi sembra che possa portare molto in difesa a meno che non possa essere utilizzato come sostituto di Gonzalo e devo essere sincero non avrei rinnovato il contratto a Mati Fernandez che comunque la vogliamo girare a mio parere è piu’ fumo che arrosto,da quando è a Firenze raramenti gli ho visto fare un passaggio gol ma tanti invece laterali e all’indietro.Speriamo bene e tanta fortuna con Rossi e Blaszczykowski.

  3. …scusate, ma su diversi siti leggo dello stupore per la durata del mercato e dell’inizio del campionato a mercato ancora aperto.
    ma ve ne accorgete ora??
    oramai è qualche anno che il mercato va dal 1 luglio al 31 agosto e che il campionato parte prima della fine di agosto. qualche anno fa il buon tomovic giocò la prima partita col genoa e la seconda con noi!!