Home » Fiorentina » Sampdoria-Fiorentina 3-1: io l’ho vista così (Colpita e affondata all’11°posto)

Sampdoria-Fiorentina 3-1: io l’ho vista così (Colpita e affondata all’11°posto)

Errori a iosa (e non date la colpa al campo, anche se in condizioni indecenti). Approccio alla gara da scampagnata domenicale. La sosta ha dato il suo responso: la Samp è riemersa, la Fiorentina colpita tre volte e affondata all’11° posto in classifica. Prestazione sconcertante, che neanche le assenze di Astori, Veretout e Thereau possono giustificare. Si confermano la difficoltà di inquadrare la porta avversaria e le scarse possibilità di rimediare con gli innesti dalla panchina, zeppa di mediocrità aggiuntiva. Improvvisamente svanita la solidità difensiva. Manteniamo un punto in più rispetto alle prime due giornate del girone d’andata. magrissima consolazione. Anzi, nulla.

Sportiello 6,5 – Guizza come una molla sul tiro a colpo sicuro di Kownacki. Sui tre gol è (quasi) incolpevole.

Laurini 4 – Si perde Quagliarella più volte: la grinta non basta.

Pezzella 2 – Catastrofico sul primo gol che lo mette al tappeto nel vero senso della parola. Si rialza ma barcolla per tutto il resto della gara.

Hugo 5 – Quando il compagno di reparto affoga devi dargli una mano: essere esente da colpe gravi non è sufficiente.

Biraghi 5 – Imbambolato nell’azione del terzo gol, naufraga col resto del reparto.

Badelj 5,5 – Il meno peggio dei titolari, ma anche lui perde qualche pallone in modo imperdonabile.

Eysseric 5 – Non porta in campo né classe, né trame di gioco. Rischia il rosso per un calcio di reazione a Ramirez.

Benassi 5 – Tanto dinamico quanto inconcludente, o meglio: “concludente” sempre fuori bersaglio.

Babacar 3 – Goffa deviazione di malleolo nella miglior occasione da gol creata dai viola. E nulla più.

Chiesa 4 – Il solito cuore, polmoni un po’ in affanno, lucidità assente.

Simeone 3 – Il difensore liscia ma lui non inzucca con la dovuta convinzione (imparare da Quagliarella sullo svarione di Pezzella cosa significa fare l’attaccante!).

Sanchez 6 – Almeno infila la porta.

Saponara 5,5 – C’è l’assit di testa per Sanchez, ma anche lanci sballati e una velocità che è la metà degli alti, compagni e avversari.

Dias 0 – Meglio in dieci. Insistere a metterlo in campo è un insulto alla logica e al buon senso.

Pioli 4 – Dice che aveva visto bene, sotto l’aspetto fisico e mentale, sia Babacar che Eysseric: allora ha bisogno di nuove lenti. La squadra riemerge dalla sosta senza ritmo, deconcentrata e sprecona come al solito.

Arbitro Pasqua & C. 6,5 – Il campo non presenta episodi complicati e lui non ne crea.

Commento Sky Massara-Pellegrini 6 – Accompagnano la disfatta viola senza infierire: toni misurati e in sintonia fra di loro.

8 commenti

  1. Enrico Martelloni

    Nulla da dire … tutto vero.

  2. Beh, forse andrebbe approfondito la valutazione del mister che è inevitabilmente legata ad altri giudizi che sarebbero meno severi. Perchè Laurini (un esterno) su Quagliarella? Perchè Chiesa così arretrato? E così via. Ma il voto di Gil Diaz è decisamente corretto.

  3. penso che il voto più basso debba essere dato a Pioli,
    perchè non far giocare il ragazzo (milenkovic mi pare) che ha sempre dato segnali positivi alzando Chiesa che da terzino aggiunto lo perdi in modo del tutto scellerato essendo il migliore dei nostri?

  4. Poco da dire. Salvo lo zero a Dias. E’ caircaturale, Francesco. Quattro è il suo voto o se vuoi esagerare 3. Il 2 del buon Pezzella si giustifica per i danni fatti. Dias danni non ne ha fatti. Ha fatto nulla. Ma la verità è che dare le pagelle dopo una partita del genere non diverte né te né noi, ahimé. Partita strana perché questa è la squadra che aveva quasi battutto l’Inter. Evaporata dopo le vacanze. E concordo con te: unici sufficienti Sancheze che l’ha messa dentro, Sportiello per una delle più belle doppie parate dell’anno. Il resto è vacanza prorogata.

  5. i commenti vanno fatti a freddo con obbiettività e magari riguardando la partita con occhio non da tifoso ma da esperto di calcio..nel senso di sapere o avere giocato a calcio..paragonare la giocata di simeone a quella di quagliarella dimostra il contrario..la viola ha non giocato in un campo scandaloso, la samp sullo stesso campo, ha trovato tre lampi di genio.. niente più di questo..la differenza l’hanno fatte le assenze (nessuna per la samp) troppe per una squadra che ancora è in fase di crescita..credere di poter giocare alla pari a marassi senza tre titolari è stato un bel pensiero (da tifoso non da esperto di calcio)..poi se nei primi dieci minuti facciamo almeno un gol è un’altra partita, ma questo è un altro discorso…parlare di mancanza di logica riguardo a giocatori che indossano la maglia in serie A (e nella viola) è roba da frustrati o incompetenti..facile fare il tifoso (o l’esperto di calcio) sparando a zero dopo un brutto risultato..io sto con Pioli deluso ma convinto di avere una squadra che può darci diverse soddisfazioni..FORZA VIOLA SEMPRE

  6. Giovanni Finali

    Il gol di Meertens era in fuorigioco aveva i piedi sulla linea mentre gli altri erano al di qua della linea.
    Dopo il mani in area contro il Crotone, ecco un altro regalo al.Napoli.
    Due indizi fanno una colpa.
    Della Fiorentina meglio non parlarne.