Home » Fiorentina » Coppa Italia / Fiorentina-Atalanta 3-3: io l’ho vista così (San Chiesa miracola una squadra tramortita)

Coppa Italia / Fiorentina-Atalanta 3-3: io l’ho vista così (San Chiesa miracola una squadra tramortita)

La coreografia della Fiesole in ricordo di Astori con la gigantografia della fascia da capitano a lui dedicata dalla squadra (foto Galassi)

Due minuti di distrazione di massa e la Fiorentina appare tramortita e già eliminata dalla Coppa. Ma c’è San Chiesa a fare il miracolo di riportare in vita una squadra diventata improvvisamente zombie. Due minuti alla carica e il punteggio è di nuovo in partità (o quasi visto che i gol in trasferta valgono il doppio). Nel secondo tempo si replica il medesimo copione. La scelta di Pioli di modificare lo schema tattico e di lanciare Dabò terzino si rivela tanto azzardata quanto esiziale. Se i viola non riusciranno a vincere a Bergamo e saranno eliminati, il responsabile principe sarà il tecnico abitudinario che per una sera gioca a fare esperimenti con il piccolo chimico. Un altro 3 a 3 da cuori forti. Un’altra prova che ora deprime, ora esalta. La traversa finale colpita dall’Atalanta è il segno divino che tutto è ancora possibile. Di poter continuare a cullare il sogno lo meritano soprattutto i tifosi, capaci di allestire un ricordo pirotecnico e struggente di capitan Astori.

Lafont 3 – Due gol presi con la palla che gli passa fra le gambe. Il terzo servito all’Atalanta con un rinvio di pugno smozzicato.

Milenkovic 6 – E’ il più lucido del reparto arretrato che, senza la stella polare Pezzella, perde continuamente la rotta.

Hugo 2 – Ilicic gli fa fare la figura del pivello. Suda, sbuffa, corre, scalcia senza mai fermare il suo avversario.

Ceccherini 6 – Controlla a fatica Zapata, ma alla fine riesce ad arginarlo. Meglio di Hugo su Ilicic.

Biraghi 5 – Si guarda bene dall’aiutare la difesa a contenere Ilicic. In compenso davanti non combina nulla.

Benassi 6 – Dalla nebbia di una prova fino ad allora men che opaca estrae una girata da centravanti consumato. Quasi goleador suo malgrado. Poi rientra in letargo.

Veretout 5 – Poca brillantezza e ancor meno reattività quando Pasalic gli passa a fianco, lo saluta e va a calciare a rete.

Dabo 4,5 – Messo a fare il terzino non riesce ad orientarsi. Non fa neanche valere il fisico, le prepotenze anziché farle le subisce.

Chiesa 9 – Il gol è un mix di tempismo, forza, grinta, velocità e freddezza. Quando la squadra è sul punto di alzare le mani e lui che suona la carica. E’ ancora lui a scatenare la controffensiva e mettere Muriel in condizione di segnare. Riempiamoci gli occhi ora, perché sarà difficile vedere questo fenomeno ancora in maglia viola la prossima stagione.

Gerson 4 – Tocca la palla con la paura di farle male. Vagola per il centrocampo senza un’idea in testa.

Muriel 6,5 – Appare appesantito, con la “maglietta fina” di Baglionana memoria che lascia intravedere la pancetta. Più che scattare trotterella, però si fa trovare al posto giusto nel momento giusto per regalare il pareggio e lasciare viva la speranza di qualificazione.

Eidimilson 6 – Nel cotico finale mette un po’ d’ordine, seppure con la sua ormai proverbiale flemma.

Simeone 5,5 – Innesca Chiesa con un bel lancio. Si trova al centro di due azioni non banali ma sbaglia tutto.

Laurini sv

Allenatore Pioli 3 – Nella gara più importante si mette a fare esperimenti da apprendista stregone. Difesa a tre, Dabo terzino. Ma gli alambicchi tracimano e la pozione magica trasforma il sogno in incubo. Salvato da San Chiesa.

Arbitro Giacomelli & C. 5 – Sbaglia un paio di ammonizioni (una per parte) in modo abbastanza grossolano.

Commento Rai:  Rimedio 4 – Ma lo pagano per ogni parola detta? Parla in continuazione attingendo a piena mani allo sciocchezzario. Non conosce il valore della pausa di silenzio. Insopportabile.

14 commenti

  1. Giampaolo viola perso

    Caro Francesco, è tempo perso quello che passi a vedere le partite, tanto non ci capisci nulla… Se tutta l’Atalanta è da otto e tutta la viola da 4 …. Come ca**o è andata c’ha abbiamo pareggiato???? Ci sono partite che nascono male, ma ci sono squadre che sanno reagire e non molare mai. Chapeau, questo é il calcio!!!

    • caro Giampaolo. Matteini te lo ha spiegato. SAN CHIESA, che fortunatamente ce l abbiamo noi e non l atalanta. senza Chiesa ( e che Dio ce lo conservi o meglio Dio ci aiuti come direbbe suor Angela)) era notte fonda

    • Francesco Matteini

      Forse hai sbagliato sito per il tuo commento. Dove hai letto che ho dato 8 all’Atalanta? Le pagelle sono solo per la Fiorentina. E dove hai letto tutti quattro ai viola? Ho dato 6 sufficienze. Inoltre forse dimentichi che giocavamo in casa, che il pari con gol (in coppa) non è un vero pareggio, che la traversa ci ha salvati all’ultimo minuto e che, come ho scritto, noi abbiamo un fuoriclasse capace di compensare le carenze della squadra. Però se a te piace una Fiorentina che continuamente rischia il tracollo, posso solo dire che tutti i gusti sono gusti.

  2. Negli anni passati, ho passato buona parte del mio tempo in Tribuna a litigare con chi fischiava Ilicic,che avrei visto bene come Capitano. Ed invece fu mandato via nell’indifferenza e con molti sospiri di sollievo. Amici, fratelli viola, vogliamo spenderla una piccola autocritica? E che dire di quel Montella che lo mortificava in panchina per un suo protetto che poi scomparirà nel Milan? Che bello vederlo baciare Chiesa a fine partita.

  3. Finalmente uno che ha visto la partita, oltre il perbenismo e l’opportunismo giornalistico, al di là dei beoti che ho visto ridere di gusto mentre la Fiorentina si stava suicidando, sicuramente dellavalliani incancreniti, finalmente un po’ di sana realtà….

  4. L’atalanta è più bella e più forte e si meritava di vincere, senza se e senza ma
    Noi abbiamo Chiesa e l’abbiamo pareggiata non è detto che alla fine non si passi noi

  5. Egregio Matteini, è proprio vero che ognuno vede la sua partita. Personalmente, ritengo la prova di Dabo sufficiente. Soprattutto nel secondo tempo. Il problema, al di là dei moduli, è stato gerson. Lui doveva fare filtro e seguire ilicic a centrocampo, prima che intervenisse hugo. Il brasiliano è mancato totalmente.
    Se riguardi le azione dei due gol, vedrai come lui e non altri doveva andare incontro ad ilicic, marcarlo, toglergli spazio ed ideee. Ed invece, in entrambe le occasioni è stato liberissimo di arrivare al limite dell’aria.

  6. Sig. Matteini, in politica si dice che fare l’opposizione è più facile che governare, lei sta facendo una “giusta” opposizione, bensì mi consenta, molto esagerata!

    • Francesco Matteini

      Gentile Tony47, il paragone non è calzante perché il fine dell’opposizione è quello di andare al governo, mentre il mio è quello di dare un’opinione (condivisibile o meno) non certo di condurre la Fiorentina. Critiche esagerate? Ho pazientato molto e ho sperato per anni di vedere dalla società una scintilla che riaccendesse passione e entusiasmo nei tifosi. Invece siamo ancora, se non nel buio, quanto meno nella penombra.

  7. In genere mi trovo molto in sintonia con Matteini. I nostri vizi capitali sono sempre gli stessi, errori marchiani in primis di Pioli, Gerson seriamente ha fatto tutto l’anno partite fra 4 e 5, è Biraghi perchè viene sempre omesso il fatto che fa dei cross risibili e in difesa è spesso dannoso. Il portierone inesperto sono più i punti che ci fa perdere che quelli guadagnati. Alla luce di tutto questo i nostri 3 a 3 sono miracolosi!!!!!!

  8. Belvaromana57

    Ugone Nostro secondo me è stato mandato allo sbaraglio contro Ilicic senza nessun compagno pronto al raddoppio. È un dato di fatto che la fascia sinistra ogni volta che Gerson fa l’interno di centrocampo, davanti al duo Ugone/Biraghi è tremebonda. In società invece, si sono fatti furbi. Complimenti. La scelta di Pioli si rivela vincente. Lui è l’anti Montella e l’anti Sousa. Dopo il tracollo col Siviglia e le pallonate del Borussia, ci furono malumori e contestazioni. Adesso con Pioli prendiamo sei reti in casa da Inter e Atalanta e la gente applaude l’impegno dei ragazzi. Siamo decimi e con due terzi di piede fuori dalla Coppa eppure si apprezza la capacità di rimonta. Effetto Pioli

  9. scusa Belvaromana questa è la formazione del sor Montella contro il Siviglia:

    Neto; Savic, Gonzalo, Basanta, Marcos Alonso; Pizarro, Mati Fernandez, Borja Valero; Salah, Ilicic, Joaquin
    A disposizione: Tatarusanu, Pasqual, Badelj, Aquilani, Lazzari, Bernardeschi, Gomez
    Allenatore: Montella

    vorresti paragonare quei giocatori con questi ? Basta guardare il centrocampo e la panchina

    Scritto questo animo, si vince a Bergamo e si vola in finale….FORZA VIOLA !!!

    • Belvaromana57

      Scusa Piero, quel Siviglia me lo ricordo un po’ più forte dell’Atalanta. Detto questo Forza Viola e andiamo a Bergamo per (provare a) vincere