Home » Fiorentina » Sul caso stadio-Mercafir ho cattivi pensieri…

Sul caso stadio-Mercafir ho cattivi pensieri…

plasticoSul caso stadio-Mercafir ho cattivi pensieri. Ho letto negli ultimi tempi più di un intervento di alcuni dei rappresentati del mercato ortofrutticolo contrari allo spostamento nell’area dell’Osmannoro, individuata dal Comune come valida alternativa a quella prevista in un primo tempo per lo spostamento (la zona nord dell’area Mercafir). Devo dire che nessuna delle motivazioni illustrate mi è sembrata convincente e, soprattutto, sostenuta da qualcosa di più di semplici opinioni. Intendo studi sui flussi di traffico e sul tempo di percorrenza oggi e con una viabilità ridisegnata e potenziata come indicato dal Comune, per esempio. Una valutazione oggettiva di svantaggi e vantaggi. Un bilancio serio di costi e benefici dell’operazione. Si accusa il Comune di non aver presentato un progetto definito, ed è ovvio perché siamo all’inizio di un percorso, però si è già decisa la sentenza di condanna. La spiacevole sensazione è che qualcuno punti a fare cassa. I Della Valle ricconi e vogliosi di fare lo stadio, visti come un limone da spremere. Opponiti oggi, opponiti domani, mi sembra la linea adottata da una parte dei grossisti, e vedrai che per farci stare buoni qualche benefit arriverà anche a noi. Magari la mia è solo una riflessione maligna. Magari no.

23 commenti

  1. Sono contrario per fare lo stadio alla Mercafir, perché la Mercafir è una struttura funzionante bisogna distruggerla e farne una nuova. Perché non fare direttamente lo Stadio in un’altra area, si risparmia tempo e denaro.

    • Francesco Matteini

      La Mercafir va comunque spostata da lì e ristrutturata completamente, questo è già assodato. E su questo nessuno ha dubbi. Quindi nessun risparmio.

      • “Va comunque spostata”. Dove sta scritto? Nel Vangelo secondo Matteo (Renzi)?
        Non ci sono ragioni tecniche né economiche per fare ciò. E quindi, al di là delle volontà (più o meno opache) di qualche politico, non si capisce proprio questa necessità. Non vedo perché i grossisti dovrebbero sottostare ai diktat di qualcuno senza ricavarne che problemi …

        • Francesco Matteini

          Scusa, ma fare polemica senza conoscere i fatti non è il massimo. La Mercafir va ristrutturata e ridimensionata per renderla efficiente. Questa non è un’opinione ma una necessità decisa dagli stessi grossisti e dal Comune, infatti era stata individuata l’area Mercafir nord (lo stadio è ad ora previsto nella zona sud) per il completo trasferimento. In ballo c’è lo spostamento lì o in un’altra area, non il mantenimento dell’attuale posizione. Su questo l’accordo è unanime.

          • Quello che era ed è necessario è solo una ristrutturazione, soprattutto integrata con una viabilità che sarà diversa a breve. E questo si può fare come hanno dimostrato vari studi senza sopportare costi eccessivi, e rimanendo nella stessa area. Questi sono progetti e studi presentati, sui quali però non c’è davvero unanimità di vedute tra Comune e Grossisti. La polemica potrebbe essere andare a scavare nei veri motivi per cui il Comune ci tiene così tanto a spostare tutto all’Osmannoro. ma me ne astengo…

  2. Andrea Bechi

    Se il problema fosse unicamente costruire uno stadio nuovo non avremmo certo tutte le questioni e strascichi che da anni ci tormentano…..il problema e’ “Uno Stadio” ad uso e consumo dei requisiti imposti dai Della Valle.
    Evidentemente a Firenze non sono disponibili aree libere dimensionalmente adatte e, almeno fino alla costituzione dell’Area Metropolitana, i comuni limitrofi faranno sempre ostruzione….finalizzata a ottenere quanti piu’ vantaggi possibile, eventualmente anche solo politici per i soggetti coinvolti.
    Cosi’ nella pletora dei questuanti mi sembra logico che anche i commercianti vogliano la loro parte (“piu’ un dollaro….cosi’ anche tu guadagni qualcosa” Sergio Leone-C’era una volta il west).
    Il problema di questa trattativa ad oltranza e’ che impedisce ogni iniziativa progettuale concreta. Fino a che i Della Valle diranno…..game over ! E chi troppo ha voluto niente stringera’.
    E purtroppo tra chi non stringera’ nulla ci saranno anche i tifosi viola….il cui peso nella trattativa e’ praticamente nullo.

  3. Scusa Francesco, mi inserisco nella tua discussione con Andrea. Ma te hai idea del motivo per cui i Della Valle non vogliano uscire dal Comune di Firenze? Io proprio non lo capisco…. A Sesto il comune sono anni che offre il terreno, e i DV si negano…
    Io sarò pessimista di natura, ma mi piace poco l’insistenza loro per il terreno su Firenze, come se avessero garantito delle cose che in altri comuni non avrebbero.
    Te che idea ti sei fatto? Come mai Sesto non andrebbe bene?

    • Francesco Matteini

      Beh, in effetti lo stadio della Fiorentina fuori da Firenze suona un po’ come un controsenso. In questo non mi sento di biasimare i Della valle. E non credo che ci siano ragioni nascoste.

      • Perché? E’ forse un controsenso che l’Aeroporto di Milano (Malpensa) si trovi a Varese?

  4. PS: che poi i grossisti della Mercafir, vedano nei Della Valle i “polli” da spennare, mi sembra abbastanza evidente..ma mi sa che cascano male, perchè da quel punto di vista credo che i Della Valle siano piu’ “tosti” di loro, dubito si facciano fregare….

  5. Sono Stefano Ballerini Giornalista Pubblicista ( tess.65659) Direttore Responsabile delle Testate Giornalistiche Firenze Viola Supersport/Agenzia Stampa e http://www.FirenzeViolaSupersportLive.com e del Sito http://www.Elbasport.com
    Sull’ormai annosa questione del nuovo Stadio sono anni che su tutte le mie Testate ed a Toscana Tv “Area di Rigore” vo dicendo che lo Stadio nuovo non si farà mai. I Della Valle avevano avuto la grande occasione ai tempi della “regalia” proposta da Ligresti” per i terreni di Castello con il loro meraviglioso plastico presentatoci anni fa al “Four Season” poi bocciato dalla presa di posizione del Comune di Firenze derivante da “quella riunione” nella Stanza di Leonardo in Palazzo Vecchio. Sono tornati alla carica con il plastico ed il Progetto Mercafir; Di fatto ribocciato. Nardella nel Luglio 2014 come ricordo nel “Mio editoriale perenne in costante aggiornamento da “stecca dello Stadio” su http://www.Firenzeviolasupersport.it, disse il 19 Luglio a Moena. Da oggi mancano a definire l’inizio dei lavori allo Stadio 210 giorni di “carteggi politici tecnici” e 90 giorni di attesa legale ..o quant’altro. Di fatto 300 giorni…Da allora purtroppo sono passati 544 ggiorni, ma dell’apposizione della 1° pietra alla Mercafir…nulla di nulla.
    Comunque sia , sapete quanto ci vorrebbe per costruire questo voluto ed agognato da Andrea: ??’ Anni ed anni; linee di comunicazione, parcheggi Silos, Albergi, Museo, terreni, giardini, vie di comunicazione e…buttare giù quello che adesso c’ è, bonificare ripulire e ricostruire; una ipotesi ? dai 5 agli 8 anni, ma dalle chiacchere sull’Area Mercafir proprio in questi giorni la mia ipotesi si va fortificando: Lo Stadio alla Mercafir non sorgerà mai.
    Ma tutto nasce da un fatto: Sapete quanto ci rimetterebbe il Comune /Ufficio Sport se il Franchi venisse chiuso ? circa 20 milioni l’anno con il “nostro vecchio e caro Comunale che rimarrebbe una scatola vuota, inservibile tranne che forse per ospitare poi in pianta stabile il 6 Nazioni di Rugby.
    Una scatola che invece di fruttare qualche Euro, sarebbe un costo altissimo per il Comune di Firenze; Uno Stadio dei Della Valle vorrebbe dire posti 0 di lavoro per i “Comunali” tutto diviso tra la Famiglia a capo della Fiorentina, l’eventuale proprietario del terreno ( quelli di Ligresti erano gratis) con equa suddivisione solo per 2..
    Andrea Della Valle provò a lanciare la scommessa:” sarò il 2° Presidente a costruirsi il proprio Stadio di proprietà dopo lo Juventus stadium della Juvve;…”povero” Andrea Della Valle, ancora non ha capito con chi deve aver a che fare a Firenze.
    La Juve è stata la 1° l’Udinese la 2°; L’Inter ed il Milan “sbasseranno” San Siro riadattandolo di nuovo divenendo di fatto la 3° Società “ex-equo” La Roma pareva essere in buona posizione, ma anche Lei è incocciata nei grandi problemi della Capitale.
    Il Napoli vorrebbe farselo e probabilmente se lo farà; Zamparini lo stesso a Palermo,
    L’Italia avrebe presentato il “piano Stadi” per le Olimpiadi 20-24; ci sarebbe anche il Franchi di Firenze..( come…???) Sono molto dubbioso. …purtroppo per i Della Valle e per la Legge sugli Stadi italiani che fanno generalmente schifo tranne quello della Juventus..
    Per una sorta di “sillogismo aristotelico” senza Stadio nessun secondo posto e per la Fiorentina un “futuro” molto ..in forse. Ecco perchè “purtroppo per loro” continuano ad investire sul Franchi che basterebbe coprire “stile San Siro” da fuori senza intaccare nulla senza “sollevazione delle Belle Arti.
    Fu una delle dichiarazioni “farneticanti” dell’allora Sindaco di Firenze Matteo Renzi quando l’Italia concorreva all’organizzazione degli Europei di Calcio poi ospitati dalla Polonia:” Coprire il Franchi renderlo vendibile in campo Europeo, farci giocare qualche partita poi…costruirne uno nuovo….!! All’epoca trasalii..convinto sin da allora delle “castronerie e delle bugie” del nostro ex Sindaco. Adesso c’ è Nardella…nulla è cambiato tranne le solite bugie. Da quel 19 Luglio 2014 a Moena ( su http://www.Firenze Viola Supersport.it c’ è la fotografia di quel momento…Io c’ ero..) sono passati 544 giorni, ma del nuovo Stadio dei Della Valle …nessuna ombra all’orizzonte…purtroppo; scusatemi se mi sono dilungato, ma tant’ è…
    Una unica “chanches” sarebbe andare a costruirlo appena fuori Firenze a Sesto Fiorentino come suggerisce un vostro lettore; Li lo farebbero in 4 e quattr’otto; ma Andrea è legato a Firenze e lo vorrebbe costruire in Firenze…”Quien sabe”…..Passo e chiudo.
    Comunque sempre Viva i Della Valle, senza di loro, chissà dove saremmo ???

    • … Tutto giusto, ma con una precisazione: tu dici “quando il sindaco era Renzi”.
      Perché? Im questo momento chi è? Mi sono perso qualcosa?
      Per quanto riguarda poi il vero motivo per cui non si vuol fare a Sesto lo stadio ….. Mah? Nascondersi dietro a giustificazioni puerili come quella che viene addotta, non mi pare onesto!

  6. Io invece i cattivi pensieri comincio ad averli sui Della Valle.
    Scommettiamo una pizza che appena si libererà la zona Mercafir troveranno un’altra scusa per non fare lo stadio?
    Forza Viola
    P.S.Non centra con la questione stadio)
    Cerca di fargli leggere il tuo articolo, secondo me estremamente intelligente,dell’8 gennaio, forse capiranno che stanno gettando una grande occasione.

  7. Matteini obbiettivo centrato
    Firenze bottegaia

  8. Tra l’area dell’Osmannoro e l’area offerta dal Comune di Sesto, corrono appena un paio di chilometri, forse anche meno… credo cha a noi tifosi non potrebbe fregar di meno se lo stadio verrà fatto in territorio fiorentino o sestese!!! A mio modesto parere, i DV faranno con lo stadio lo stesso fatto con il fantomatico centro sportivo, la famosa “cittadella Viola”… di cui si è parlato per anni ma che poi è rimasto un sogno irrealizzato. A loro, piu’ che dello stadio, interessano gli ettari circostanti per le attività produttive, che sarebbero le piu’ redditizie per loro! E mi sa che sia da illusi pensare che in ogni caso tutti i proventi dell’area andrebbero a finanziare la squadra… Non a caso, pretendono una superficie di 80 ettari, un enormità rispetto alla superficie ottenuta dalla Juventus per il suo stadio (anche se quello è stato un furto, un vero regalo del Comune di Torino, come è normale nella storia dei bianconeri, purtroppo…)

  9. Francesco Matteini

    Andrea, sui comuni limitrofi devo contraddirti. Nessun ostruzionismo, anzi. Sono i Della Valle che non vogliono neanche ipotizzare lo stadio fuori dai confini comunali. E forse non hanno torto.

  10. Stefano Venturi

    Verdù deve giocare di più…………

  11. Francesco, l’accetti la scommessa della pizza si o no?
    (naturalmente x 4 con relative signore)
    Almeno rimane pubblica e nessuno dei 2 può dire di non averla fatta.
    Forza Viola

  12. Non sarà che lo stadio a Sesto significa meno imposte a favore del comune di Firenze.

  13. Francesco Matteini

    Il concetto di “scusa” è soggettivo. Chi decide se l’eventuale passo indietro è per motivazione pretestuosa o invece valida? In questi termini la scommessa non si può fare.