Home » Fiorentina » Un comportamento ricattatorio che non può ingenerare alcuna indulgenza

Un comportamento ricattatorio che non può ingenerare alcuna indulgenza

Il mio articolo su Fiorentinanews –

E pensare che avevo visto in Kalinic il prototipo del serio professionista, disciplinato e corretto. Invece devo ricredermi. Delusione cocente. Non ho mai pensato che il rifiuto della Cina potesse essere interpretato come attaccamento viscerale alla maglia viola. Non ce n’erano i presupposti per un giocatore arrivato a Firenze solo due anni fa. Però avevo ammirato la sua voglia di scommettere su se stesso. La sua ambizione di volersi misurare ancora in campionati veri, non creati artificialmente.

Quindi non è il suo addio alla Fiorentina che mi colpisce. Ma il modo sì. Prima l’inaudita esternazione di ritenere chiuso il suo ciclo in viola nonostante altri due anni di contratto e di volere il Milan; poi le penose scuse per fuggire dal ritiro; infine la diserzione dagli allenamenti. Un comportamento ricattatorio, che non può ingenerare alcuna indulgenza…

Leggi qui l’articolo completohttp://www.fiorentinanews.com/un-comportamento-ricattatorio-che-non-puo-ingenerare-alcuna-indulgenza/

1 Commento

  1. il comportamento dei Della Valle è incomprensibile.
    comunque saranno contenti certi tifosi che li hanno contestati
    anche negli anni in cui la squadra andava bene, e venivano insultati
    in continuazione.
    ora vedremo chi li sostituirà cosa faranno. speriamo bene!