Home » Fiorentina » Udinese-Fiorentina 1-1: io l’ho vista così (Una battaglia con scarsa lucidità)

Udinese-Fiorentina 1-1: io l’ho vista così (Una battaglia con scarsa lucidità)

Eidimilson ha segnato il suo primo gol in maglia viola (foto Galassi)

La battaglia di Udine si conclude senza vincitori né vinti. Ma soprattutto senza vincitori. La Fiorentina getta al vento la possibilità di restare ad un passo dai posti europei e l’Udinese di abbassare il livello dell’acqua alla gola.

Partita tecnicamente molto brutta, con i giocatori incapaci di mettere in fila tre passaggi di seguito. I bianconeri mettono in campo agonismo e pressing al quale i viola si adeguano, anzichè valorizzare il proprio maggior livello tecnico.

Stavolta Muriel non punge, Chiesa non strappa, Mirallas non crea. La difesa recupera la propria solidità e solo uno schema tanto stupido quanto sballato nell’esecuzione (massimo colpevole Veretout) la mette al tappeto. Un tito un gol è il bilancio lusinghiero degli attacchi friulani. La reazione viola è piena di grinta, carattere e buona condizione fisica (nonostante l’impegno infrasettimanale in Coppa Italia), ma vuoto di idee. Più che giocare si combatte. E la pugna prende il sopravvento sulla lucidità.

Lafont sv – Solo rinvii.

Milenkovic 5,5 – Non sempre preciso. Prende un’ammonizione evitabilissima che gli farà saltare la gara col Napoli.

Laurini 6 – Il duello con De Paul è impegnativo: non demerita.

Pezzella 6,5 – Torna a infondere sicurezza al reparto. Musso gli toglie la gioia del gol con una super parata.

Biraghi 5,5 – Non sempre in posizione nella fase difensiva. Spinge davvero poco.

Eidimilson 6,5 – Non abbandona mai il suo passo compassato. Prende la mira con calma e infila la porta dell’Udinese con un gran tiro.

Veretout 4 – Perde palla in modo goffo offrendo all’Udinese la possibilità di colpire in contropiede.

Gerson 4,5 – Ballonzola su ogni pallone con poco costrutto. Ha i difetti dei giocatori brasiliani senza mostrarne i pregi.

Chiesa 6 – L’unico del reparto offensivo a creare pericoli all’Udinese. Ma il gol oggi non arriva.

Muriel 5 – Un paio di spunti tra i fischi della Dacia Arena.

Mirallas 5 – Francobolla Behrami. Prestazione in ombra.

Simeone 6 – La partita è una battaglia adatta a lui. Non trova lo spunto vincente.

Pjaca 3 – Entra in campo e la Fiorentina, di fatto, gioca in dieci.

Ceccherini 6 – Aggiunge fisicità al reparto arretrato. Sfiora il gol di testa sul finale.

Allenatore Pioli 6 – Ripropone la formazione che ha travolto la Roma, ma l’esito è assai diverso. I cambi funzionano solo in parte. Ma altre carte buone in mano non ne ha.

Arbitro Orsato & C. 4 – Una moltitudine di valutazione sballate sui contrasti. Attende il duecentesimo fallo di Behrami prima di ammonirlo. Non incide sul risultato ma è certamente il più scarso in campo.

Commento Dazn Buscaglia-Marcolin 7 – Buon ritmo, nessuna insulsa divagazione, equità di giudizio.

4 commenti

  1. Non l’ho potuta vedere. Mi fido dunque di quel che leggo, qui e altrove. Mi pare emerga una conferma: la differenza abissale fra campionato e coppa Italia. Questione di testa soprattutto. In coppa ha giocato a nostro favore (e dell’Atalanta per esempio: ancorché entrambe – Viola ed Atalanta – in ottimo periodo). In campionato no. D’altra parte se la magna Juve – pur dopo la batosta con l’Atalanta – si fa pareggiare dal Parma in casa, noi possiamo ben pareggiare con l’Udinese affamata di punti a Udine. Resta vero quel che dici: continuiamo a sprecare occasioni per portarci in avanti in una classifica che da quarto posto in giù è cortissima. Peccato.

  2. Belvaromana57

    Secondo me Pioli una carta da giocare la aveva. Dando per scontato che l’Udinese avrebbe fatto le barricate per sterilizzare la potenza negli spazi dei nostri attaccanti, partire con Simeone a fare a sportellate per 60′ e, solo dopo, lanciare in campo il siluro Muriel. Il ragazzo ha giocato sommerso dai fischi, svantaggiato dalla tolleranza arbitrale del gioco duro e dalla imprecisione in rifinitura dei compagni. Diciamo che si è un po’ nascosto e tutto questo era ampiamente prevedibile

  3. Deve giocare Dabo, anche perché è nostro, poi non mi spiego la situazione Pjaca, come si fa ad aver trattenuto a Gennaio questo giocatore! a detta di Corvino e Pioli solo perché è lui che non ha chiesto di andare via, ma secondo lei può essere una ragione!? Secondo me invece, lo stipendio lo paga la Juve perché conoscendo questa proprietà che tira su tutto non capisco come mai buttano via questi soldi che poi non dovrebbero essere pochi!